La madre di tutte le Aziende del Gruppo Porcarelli: situata a Roma nel complesso industriale di Rocca Cencia, dispone di un impianto di trattamento meccanico, finalizzato al recupero di materia e produzione di combustibili solidi secondari, con adiacente un impianto di tritovagliatura per il trattamento dei rifiuti urbani indifferenziati. Dispone inoltre di una piattaforma polifunzionale a Civitavecchia per la selezione ed il recupero di rifiuti provenienti da raccolte differenziate e lo stoccaggio di rifiuti pericolosi e non. I nostri impianti sono stati progettati e costruiti con l’obiettivo di recuperare dai rifiuti le materie prime presenti e valorizzare le frazioni residue come combustibili solidi secondari di qualità, da utilizzare in alternativa ai combustibili fossili tradizionali nei processi termici per la produzione di energia.


3 Impianti 1 unico obbiettivo: valorizzare i rifiuti



Impianto di trattamento meccanico – Roma

Rappresenta il fiore all’occhiello impiantistico del Gruppo Porcarelli. Realizzato nel 2011, è stato concepito e progettato per valorizzare i rifiuti residuali, a valle di ogni utile pratica di prevenzione, riuso, raccolta differenziata e di riciclo. Grazie agli investimenti sostenuti ed al know-how acquisito negli anni, è stato possibile realizzare un impianto in grado di estrarre ancora ulteriori materie prime da tali frazioni residuali e trasformare la matrice residua in un combustibile solido ad alto potere calorifico idoneo a sostituire i combustibili fossili tradizionali nella produzione di energia, lasciando così il ricorso alla discarica solo come assolutamente residuale.

Il ciclo produttivo

L’impianto si sviluppa su cinque diverse linee di produzione, ma la principale è quella destinata alla lavorazione di circa il 90% dei rifiuti in ingresso costituiti prevalentemente da rifiuti urbani a matrice secca, rifiuti speciali di provenienza industriale e dal trattamento meccanico di altri rifiuti prevalentemente di natura plastica e ingombranti. La linea è articolata su un flusso unico e sequenziale di lavorazioni sia automatiche che manuali, il tutto coadiuvato da macchinari che ci permettono di recuperare notevoli quantità di materie prime.

I prodotti della selezione

Carta, plastica, legno, metallo, inerti, bottiglie e flaconi, plastiche in foglia e rigide, rappresentano il risultato della selezione applicata lungo tutta la linea di produzione. Tali rifiuti, separati, raccolti in idonee aree di stoccaggio e successivamente imballati, trovano normale collocazione sul mercato come prodotti e rappresentano circa il 20% dei rifiuti in ingresso. Le rimanenti frazioni, invece, subiscono un’ulteriore selezione per essere depurati da inerti e frazioni minime di residui ed utilizzati per la produzione di combustibili solidi secondari o più comunemente detti CSS di varie qualità legate alle caratteristiche del materiale ed alle richieste del Cliente.

IMPIANTO DI TRATTAMENTO RIFIUTI URBANI – ROMA

Sviluppato su una superficie di circa 10.000 mq l’impianto è stato progettato e realizzato per la ricezione, stoccaggio e pretrattamento dei rifiuti urbani indifferenziati. Le lavorazioni si svolgono all’interno di un capannone di circa 2000 mq tenuto in costante depressione e depurazione, mediante idoneo sistema di biofiltrazione. In tale area è installata una linea di produzione dalla capacità di 400.000 tonnellate annue che permette, mediante triturazione primaria, vagliatura e deferizzazione, di asportare le frazioni umide destinate alla successiva biostabilizzazione ed ottenere una frazione secca idonea al conferimento in impianti di trattamento per il recupero delle frazioni ancora riciclabili ovvero per il conferimento diretto in impianti per la valorizzazione in processi energetici.

I Combustibili Solidi Secondari

Il CSS, o Combustibile Solido Secondario, è un combustibile solido prodotto dai rifiuti e per essere considerato tale, deve rispettare le caratteristiche di classificazione e di specificazione individuate delle norme tecniche UNI CEN/TS 15359 e successive modifiche ed integrazioni. Può essere utilizzato in processi termici per la produzione di energia, in sostituzione dei combustibili fossili tradizionali, mentre lo sviluppo più interessante è quello del CSS combustibile nella Co-combustione, in impianti industriali già esistenti, in sostituzione del polverino di carbone.

La nostra produzione di CSS

Il CSS prodotto negli impianti della Porcarelli è un combustibile solido secondario ad alto potere calorifico. L’impianto è stato progettato per operare in modo flessibile ed offrire al Cliente un prodotto secondo le proprie necessità sia in termini di qualità che di dimensioni. Partendo da una miscela in input di rifiuto urbano residuale, rifiuti speciali di origine industriale e rifiuti della lavorazione delle plastiche, il processo di produzione prevede:

  • Triturazione primaria con deferizzazione
  • Vagliatura
  • Separazione balistica
  • Selezione ottica per l’asportazione degli inquinanti
  • Selezione automatica metalli e non metalli
  • Selezione manuale
  • Triturazione secondaria con deferizzazione
  • Raffinazione del prodotto con ulteriore deferizzazione

Impianto di trattamento rifiuti speciali e stoccaggio rifiuti pericolosi Civitavecchia

Situato nella zona industriale di Civitavecchia, l’impianto si estende su un’area di circa 10.000 mq ed è divenuto, in poco tempo, piattaforma di riferimento per i Comuni dell’area che hanno implementato i servizi di raccolta differenziata, grazie al know-how e l’esperienza maturata dagli altri impianti del Gruppo. Dispone di una superficie coperta di circa 2500 metri quadri dove vengo svolte le operazioni di selezione e cernita, con adeguamento volumetrico dei rifiuti, dagli speciali agli ingombranti. È presente un’area di stoccaggio di rifiuti speciali pericolosi, dove i rifiuti in ingresso vengono verificati, eventualmente ricondizionati per lo stoccaggio ed inviati ad impianti di recupero o smaltimento.

PORCARELLI GINO & CO SRL – Via di Rocca Cencia n. 273 – 00132 – Roma p.i.va e cod. fiscale 03667491009